Come Risparmiare sulla Bolletta del Gas Metano

Come Risparmiare sulla Bolletta del Gas Metano

La fornitura del Gas Metano in Italia è una delle più costose in Europa, ma risparmiare sulla bolletta del Gas è possibile

 

Risparmiare sulla spesa del gas è possibile, sono sufficienti un po’ di attenzione e dei semplici accorgimenti. Con i nostri consigli vi aiuteremo ad abbassare il costo della bolletta del gas, spiegandovi come diminuire i consumi di metano e pagare di meno per la tariffa.

 

Come risparmiare sulla spesa del gas?

La bolletta per la fornitura di gas in Italia è una delle più costose d’Europa, ma niente paura: la spesa del metano si può ridurre pagando di meno il prezzo al metro cubo di gas e cercando di abbassare i consumi.
Nel primo caso, basta mettere a confronto le diverse offerte presenti sul mercato e trovare quella più adatta alle tue esigenze e che sia davvero vantaggiosa.
Nel secondo caso invece è necessario modificare le tue abitudini e prendere in considerazione la possibilità di un eventuale investimento economico.

 

Consigli pratici per rendere più leggera la bolletta del gas

Innanzitutto, per cominciare a ricevere delle bollette meno care, devi:

  1. regolare la caldaia, impostandola a una temperatura di circa 19-20°C;
  2. aprire le finestre e far arieggiare l’ambiente quando i termosifoni non sono accesi;
  3. evitare di coprire i termosifoni;
  4. utilizzare dei riduttori per l’acqua, così da diminuire il consumo di acqua calda;
  5. spegnere i termosifoni delle stanze meno utilizzate;
  6. tenere le finestre chiuse quando i termosifoni sono accesi.

 

Bolletta del gas meno cara? Regola il riscaldamento

Il principale responsabile dei costi elevati della bolletta del gas è certamente il riscaldamento della casa quando è autonomo. Una corretta regolazione della caldaia quindi è fondamentale per evitare gli sprechi di metano. In tal senso, il dubbio più comune è se convenga di più tenere la caldaia sempre accesa oppure avviarla solo ogni tanto. A questa domanda non c’è una risposta valida per tutti perché molto dipende dal tipo d’impianto di distribuzione e dal modello della caldaia.

 

Risparmia in bolletta scegliendo una tariffa conveniente

Se pensi che le tue bollette del gas siano troppo elevate, probabilmente è arrivato il momento di cambiare tariffa o fornitore.
Il mercato offre ai clienti finali numerose proposte interessanti ed è fondamentale restare aggiornati perché potresti risparmiare scegliendo una delle tante tariffe disponibili. Potresti decidere, ad esempio, di adottarne una con il prezzo del gas bloccato per un determinato periodo di tempo, così da metterti al sicuro da possibili aumenti del mercato all’ingrosso.

 

Scegliere il fornitore del gas più adatto per te

Il prezzo della tariffa del metano è importante, ma altrettanto fondamentale è valutare la qualità del servizio offerto dal gestore. Un modo per capire l’affidabilità dell’operatore scelto, quindi, può essere quello di valutare il suo servizio clienti.
In molti casi, il numero verde è il primo canale di contatto cui fare affidamento: assicurati che il servizio sia gratuito sia da cellulare sia da telefono fisso.
Inoltre, gli operatori degli sportelli sul territorio e del call center devono essere competenti e capaci di risolvere i disservizi o gli eventuali dubbi legati alla fornitura del gas metano in modo veloce e cordiale.

Prima di scegliere il tuo nuovo fornitore, quindi, cerca di tenere a mente questi piccoli suggerimenti così da evitare brutte sorprese in futuro.
Un ultimo consiglio per risparmiare sulla fornitura del gas è quello di provvedere all’autolettura del contatore così da ottenere una fatturazione reale dei tuoi consumi e verificare tempestivamente la presenza di eventuali anomalie.

 

Una casa energeticamente più efficiente per abbassare la bolletta del gas

Quando parliamo di efficienza energetica in merito al gas metano, dobbiamo tenere in considerazione non solo l’efficienza dell’impianto di riscaldamento ma anche quella dell’abitazione. Il consumo del metano, infatti, dipende sia dal rendimento della tua caldaia sia dalla classificazione energetica della tua abitazione.

 

  • 1) Una caldaia più efficiente per una bolletta più leggera: potresti prendere in considerazione la possibilità di sostituire la tua vecchia caldaia con un modello più innovativo a condensazione. Ovviamente questa soluzione comporta un investimento economico per l’acquisto e l’installazione della nuova apparecchiatura ma, in breve tempo, la somma spesa sarà ammortizzata grazie ai soldi risparmiati in bolletta.
    In più, lo Stato prevede delle agevolazioni fiscali per la sostituzione della vecchia caldaia con un’altra più efficiente e in questo modo i costi da sostenere per il nuovo impianto graveranno meno sulle tue finanze.
    Ricorda: maggiore è il rendimento della caldaia, minore è il combustibile necessario per riscaldare la tua abitazione e di conseguenza anche la spesa mensile in bolletta sulla fornitura del gas sarà più leggera.

 

  • 2) Bollette meno care con una casa ad alta classificazione energetica: come ben sai, la classificazione degli appartamenti segue una scala di livelli energetici che va da A a G. Ciò significa che un’alta classe energetica è sinonimo di una minore dispersione termica dell’immobile: in termini pratici ciò si traduce in una diminuzione dei consumi del gas necessari per riscaldarla e quindi in bollette più basse.

 

Ti è Piaciuto Questo Articolo? Condividilo Subito! Share on Facebook
Facebook
Share on Google+
Google+
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin